Blog images

La dodicesima edizione del Netcomm Forum che si è svolta a Milano in questi giorni ha focalizzato i temi sull’ unified commerce, come nuova dimensione del modo in cui il settore dell’ e-commerce va percepito, pensato e sviluppato. 

La kermesse ha ospitato 170 tra espositori e sponsor, 169 relatori, 3 plenarie a cui hanno preso parte oltre 3.000 persone e 76 workshop seguiti da più di 16.000 visitatori. In totale le presenze sono state 11.800 presenze, il 18% in più rispetto la scorsa edizione. Noi abbiamo partecipato, e vogliamo farvi un breve riassunto di queste due ricche giornate!


Nell'introdurre il Forum, il presidente di Netcomm, Roberto Liscia, ha coniato il termine di Unified commerce. «In futuro - ha detto - non parleremo più di commercio elettronico ma solamente di commercio. Oggi abbiamo un miliardo e mezzo di persone che comprano online e che stanno guidando il cambiamento». Fine del negozio fisico, allora? No: «Il mondo fisico ha e avrà un ruolo importante. C'è da considerare che il retail sta cambiando pelle». Siamo nel paradigma del retail always connected, «il processo di acquisto è diffuso nel tempo e nello spazio. Lo shopping non è un atto, ma un processo», ha chiarito Liscia. E sta svanendo quel mondo a silos che differenziava fra B2B o B2C. 

L’ecommerce in Italia crescerà del 16% nel 2017. Varrà 23,1 miliardi di euro L’incremento del mercato sarà pari a oltre 3,2 miliardi di euro rispetto al 2016. Per la prima volta, il commercio online dei prodotti varrà tanto quanto quello dei servizi. 

«È in atto un cambiamento sistemico di acquisto e offerta che coinvolge alcuni fattori importanti del commercio elettronico», sottolinea in particolare Liscia. 

Tanti dati riguardo il mercato italiano, europeo e mondiale… molti spunti per implementare e rinnovare le strategie in un’ ottica di omnicanalità, dove i prodotti devono essere accessibili da più punti di contatto. Inoltre si è parlato della fase di pagamento, un’esperienza di rilevanza per il consumatore che rende questo settore dinamico e in continua evoluzione. 

Per approfondimenti, clicca qui.

Il premio Netcomm e-commerce award 2017 è stato assegnato a Martha’s Cottage, lo shop dedicato al mondo dei matrimoni, ottenendo anche la candidatura all’European e-Commerce Award che avrà luogo a Barcellona il 13 e 14 giugno 2017. 

Il Premio, un’iniziativa di Netcomm in collaborazione con TVN Media Group, è il risultato di un processo di analisi di numerose realtà italiane di e-commerce, selezionate da una giuria di esperti di e-commerce seguendo specifici criteri di valutazione come l’innovazione tecnologica e la creatività, l’usabilità e la trasparenza delle procedure adottate, l’efficacia e la chiarezza delle informazioni del progetto di e-commerce sviluppato. 

« È sempre interessante scoprire le idee e l’innovazione che si celano dietro a ogni progetto di e-commerce di successo», dichiara Roberto Liscia di Netcomm. «Ogni anno diamo evidenza sia a grandi brand che a nuove realtà che siamo certi contribuiranno a scrivere la storia dell’e-commerce in Italia e che hanno saputo promuovere strategie originali e di successo applicate allo shopping online. Il numero in crescita di aziende che ogni anno partecipa al Netcomm Award è un indice di come questo settore continui incessantemente nel suo percorso di dinamicità e di sviluppo». 

Un concetto a messo tutti d’accordo in questa edizione del forum: il nuovo consumatore digitale pretende di interagire con l’azienda in modo immediato e diretto, attraverso una pluralità di interfacce (negozio fisico, negozio online, social, app) vivendo un’esperienza unica, personalizzata e continuativa. Su 44.395 punti vendita in Italia, 22.000 sono attivi con servizi legati all’e-commerce… e sono in crescita! Dati che parlano chiaro e che ci spingono ad una nuova visione dell’e-commerce in Italia. 

Vuoi anche tu aprire un negozio online? Contattaci, per una consulenza!